Archivio per 16 novembre 2015

Il tassista che ci porta all’aeroporto di Orly, domenica nel pomeriggio, Ŕ visibilmente provato. Silenzioso, e gentile, si intuiscono le sue origini maghrebine. Dopo un po’, con mia moglie, riusciamo a parlare di quanto Ŕ successo. No, non era in servizio quella maledetta sera di venerdi 13 novembre, quando anche noi, in un ristorante, apprese le prime terribili notizie dai nostri smartphone, insieme a una mia cugina parigina, avevamo provato a cercare un taxi per tornare a casa. Tutti i taxi che passavano, accanto allo sfrecciare delle ambulanze e dei mezzi della polizia, avevano la luce rossa, anche se erano liberi. E cosý avevamo fatto il tragitto a piedi, fermati dalla polizia che era stata messa a presidiare le aree pi¨ centrali, che in modo concitato ci aveva invitato a raggiungere rapidamente la nostra abitazione. (continua…)

Comments Commenti disabilitati