Archivio per ottobre 2015

Nell’epoca in cui si Ŕ scritto e si Ŕ detto in modo un po’ precipitoso che il libro, come oggetto fisico, Ŕ destinato a scomparire, e che con la sua scomparsa tutta la cultura si smaterializza, esporre il manoscritto di un testo, come quello di Alessandro Manzoni sull’unitÓ della lingua e dei mezzi per diffonderla, Ŕ un atto politico. Qui, accanto ai busti dei grandi dell’Italia, il manoscritto di Manzoni Ŕ l’occasione di un’emozione inedita, per i parlamentari e per i visitatori, nel luogo dove si esercita la sovranitÓ popolare della Repubblica. (continua…)

Comments 1 Commento »