Archivio per 25 giugno 2012

Da Dazebao di oggi

Giugno si avvia alla conclusione nel segno della pi¨ grande incertezza. Se infatti la sfida calcistica con la Germania si annuncia appassionante, quella politica con la Merkel sembra purtroppo perduta. Angela Merkel, infatti, con spirito bottegaio, punta a parlare solo alla pancia dell’elettorato tedesco a cui Ŕ stato spiegato, negli anni passati, che tutti i problemi dell’Euro e dell’Europa nascono dal Sud, dalla Grecia al Portogallo passando per Spagna e Italia. La cancelliera tedesca, a differenza da quanto fu Helmuth Kohl, non si dimostra una statista: dicendo no agli Eurobonds e a una nuova politica europea di crescita, affossa la costruzione europea e, alla fine, il ruolo della stessa Germania. Ripercorre un classico della storia di questo Paese: il sogno di un’Europa tedesca, ieri manu militari, oggi per mano della guerra finanziaria. Ma la Germania, che come ci racconta la sua nazionale Ŕ fatta di figli di immigrati, non pu˛ reggere, nella pace e nella convivenza civile, una situazione di questo genere. (continua…)

Comments Commenti disabilitati