Archivio per 24 marzo 2010

Da Epolis del 23 marzo 2010

Non ci siamo arresi al cinismo, alla sfiducia, alla paura. Abbiamo provato che restiamo un popolo capace di grandi coseö, ha detto Barack Obama nel discorso con cui ha commentato la storica vittoria democratica al Congresso. E’ stata vinta ben pi¨ di una piccola guerra: quella che ha ucciso o gravemente indedolito centinaia di migliaia di cittadini statunitensi privi di un sistema sanitario universalistico. La grande guerra contro la sanitÓ privata viene combattuta dai democratici americani fin dall’epoca di Teodoro Roosevelt, all’inizio del 900. Nell’ultimo anno tutto Ŕ stato giocato con l’intento di logorare e spaventare Obama, e portarlo a rinunciare alla storica riforma. Alcuni effetti questa campagna li ha prodotti, come si Ŕ visto dall’astensionismo nelle elezioni del Massachussets e dalla vittoria repubblicana. E’ per questo che il voto di ieri ľ per una riforma non radicale, come ha detto il Presidente, ma vera ľ pu˛ finalmente segnare la svolta della presidenza in cui hanno riposto tante speranze milioni di donne e di uomini di tutto il pianeta. Gli applausi europei a Obama ľ persino del centrodestra italiano ľ non appaiono solo tattici, ma raccontano di quanto la favola liberistica e privatistica rappresenti oramai un incubo per i popoli del vecchio continente. (continua…)

Comments Commenti disabilitati