Archivio per 21 gennaio 2009


obama-family.bmpDa Epolis di oggi

 

Barack Hussein Obama, in una splendida giornata di sole, ha giurato da Presidente degli USA. Raramente il discorso di un uomo politico ha la forza di andare al di lÓ delle appartenenze e di toccare le corde pi¨ profonde di tutti. Il rivoluzionario Barry – chiamato cosý dai fans – ha battuto il tasto del ritorno ai valori autentici della rivoluzione americana. Lincoln, Roosevelt, Kennedy ne sono stati gli interpreti pi¨ coraggiosi. ôSessantĺanni fa, ha esclamato, uno come me non poteva entrare in un ristorante; oggi presta giuramento da Presidenteö. Obama ha ringraziato gli operai che hanno avuto lo stipendio tagliato e che lavorano in condizioni disperate; ha rotto la presunzione di autosufficienza americana (ônon possiamo permetterci la sofferenza al di lÓ delle nostre frontiereö); ha detto che gli USA – nazione di cristiani, ebrei, musulmani, ind¨, atei – vogliono un nuovo dialogo con i popoli musulmani; ha detto che il mercato Ŕ andato fuori controllo, e che va corretto, riproponendo un grande piano pubblico di investimenti; ha parlato dello stato di diritto, e della necessitÓ di salvaguardarlo. (continua…)

Comments Commenti disabilitati