Archivio per 4 luglio 2006

Liberalizzazioni, tante, quelle contenute nel decreto Bersani. Tante, ma tra queste non c’Ŕ l’acqua, cosý come recitava il programma dell’Unione.

Su questo Riccardo Petrella oggi ha scritto un ottimo articolo per “il manifesto”.

E io ho rilasciato questa dichiarazione:

LIBERALIZZAZIONI. FOLENA: BENE ESCLUSIONE DELL’ACQUA

“E’ davvero positivo che il settore idrico sia stato escluso dalle liberalizzazioni contenute nel decreto varato la scorsa settimana dal consiglio dei ministri”. Ad affermarlo Ŕ Pietro Folena, deputato del Prc-Sinistra europea e coordinatore dell’associazione degli eletti per l’acqua.

“Cosý come affermato nel programma dell’Unione, l’acqua rimane un bene comune e pubblico. I comuni potranno affidare il servizio idrico a societÓ pubbliche (in cosiddetto affidamento “in house”). L’acuqa, infatti, non Ŕ un servizio come altri, ma un diritto essenziale.

La nostra battaglia adesso prosegue per affermare il principio della gratuitÓ dei primi 50-60 litri pro-capite, per favorire il risparmio e il riuso e per demercificare l’acqua-bene comune”

Comments 3 Commenti »