Archivio per 2 dicembre 2005

Oggi Liberazione ha pubblicato questo mio editoriale. Intanto 15o.000 metalmeccanici sfilavano per le vie di Roma per il contratto e Andrea Pininfarina parlava alla Conferenza dei Ds a Firenze. Il problema della rappresentanza politica del lavoro è oramai ineludibile.

Sì, è il momento di dire sì. Il sì è il segno di un’unione, è la breve, forte, impegnativa parola di una volontà comune. E’ il momento di gettare il cuore oltre l’ostacolo. La proposta di Bertinotti e del Comitato Politico Nazionale –costruire un nuovo soggetto politico, cominciando fin da ora, come sezione italiana della Sinistra Europea- è generosa. Avevo auspicato, dopo le primarie, questo coraggio. Ora tocca a noi, ai tanti, associati e singoli, che da Genova in poi hanno intrapreso un cammino comune: ricambiare generosità con generosità, coraggio con coraggio.
Sento dire da molti –che rimangono scettici e talvolta altezzosi sulla riva del fiume- : “sì, ma dopo”. Dopo le elezioni, s’intende. Quante volte, in questi anni, anche (continua…)

Comments 2 Commenti »